martedì 23 ottobre 2007

Povera patria

Affronto rapidamente il caso De Magistris, solo per testimoniare la mia personale presa di posizione.

Ieri sera a Porta a porta siamo arrivati al paradosso. Di Pietro difende De Magistris e il Ministro Mastella è difeso dall’opposizione (Castelli e Buttiglione). È stato uno spettacolo tristissimo, ma almeno mi sono fatto un po’ di formazione sul caso De Magistris, sul quale ero un perfetto ignorante: in estremissima sintesi, De Magistris è stato allontanato da Mastella perché ha cercato di tagliare fuori dall’indagine il suo capo, ma lo ha fatto perché ha fiutato che questi spifferava agli indagati lo stato di avanzamento delle indagini e le perquisizioni previste.



Questo mi basta per esporre il banner qui a fianco. Per approfondire l’argomento www.ammazzatecitutti.org.



Di Pietro ha proposto di sottoporre ad un giudizio i metodi poco ortodossi di De Magistris, ma di lasciare ugualmente l’inchiesta nelle sue mani, essendo il principale conoscitore delle carte processuali. A me sembra un esercizio di buon senso. Ma sembra che la pensi così solo Tonino.




Povera Patria (Franco Battiato)

Povera patria! Schiacciata dagli abusi del potere

di gente infame, che non sa cos'è il pudore,

si credono potenti e gli va bene quello che fanno;

e tutto gli appartiene.

Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni!

Questo paese è devastato dal dolore...

ma non vi danno un po' di dispiacere

quei corpi in terra senza più calore?

Non cambierà, non cambierà

no cambierà, forse cambierà.

Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali?

Nel fango affonda lo stivale dei maiali.

Me ne vergogno un poco, e mi fa male

vedere un uomo come un animale.

Non cambierà, non cambierà

sì che cambierà, vedrai che cambierà.

Voglio sperare che il mondo torni a quote più normali

che possa contemplare il cielo e i fiori,

che non si parli più di dittature

se avremo ancora un po' da vivere...

La primavera intanto tarda ad arrivare.

0 commenti:

Posta un commento

Lascia la tua verità