martedì 6 novembre 2007

Ci sono giorni in cui mi riscopro fascio-comunista

L’ho sempre detto io…devo gettarmi in politica.

Sono almeno un paio di anni che sostengo che dovrebbero essere prodotte solo auto a velocità limitata. In questi giorni anche il vetero-comunista Ministro dei Trasporti Bianchi mi ha dato ragione. Bravo! Era ora che qualcuno ai piani alti ci pensasse!

Poi ho scoperto che la proposta di Bianchi nasce dalle pressioni della Commissione Europea, che ha già elaborato una bozza preliminare per proporre di limitare la velocità di tutte le automobili a 162 km/h dal 2012, eccola qua: http://www.europarl.europa.eu/meetdocs/2004_2009/documents/pr/670/670834/670834en.pdf. Meglio ancora!

Unico appunto per il Ministro. Lui ha parlato solamente di una misura che va incontro a una politica di maggior sicurezza stradale, io ci aggiungerei anche le ricadute positive sull’ambiente, e già che ci siamo limiterei anche le cilindrate.

Mi sorge solo un dubbio, ma una misura così spietatamente giusta, è di destra o di sinistra?

PS – e per le macchine di lusso che si fa? Facciamo fallire in blocco Ferrari, Porche, Aston Martin & company? No, la soluzione è semplicissima, basta volerla. Le auto convenzionali le limitiamo a 162 km/h e a 1600cc, poi si crea un registro di vetture di lusso, e chi vuole il giocattolino sportivo paga una supertassa ad hoc.

1 commenti:

Anonimo ha detto...

1600cc non ha senso.Esistono motori diversi dai classici (vedi Wankel)che con cilindrate basse fanno molti km/h.
vada per il limitatore di velocità, che dovrebbe funzionare abbastanza bene.Ma nulla funziona come l'educazione civica, il miglior limitatore che c'è.In fondo la gente muore anche a 30/50 km/h.
Limitiamo le menti, non i mezzi.
Detto questo, condivido.

Posta un commento

Lascia la tua verità