domenica 2 dicembre 2007

Settimana comunitaria - Estratti dal diario

Lunedì

1. “Entriamo in casa alle 19.00 circa…Magalli mi sta mandando in tilt la stufa della cucina… Magalli NON si (seguono caratteri incomprensibili)”, F.B.
Sono un po’ freddoloso, questo ha creato qualche screzio in casa, soprattutto per la gestione del riscaldamento.




2. “Abbiamo un rumore in casa…”, F.B.
In casa c’era un rumore sinistro che non si è mai capito da dove provenisse. Tipo un TAC ogni 3-4 minuti.



3. “Le Lodi non si riescono a concludere. Una botta di ilarità invade il tavolo. Fortuna che noi maschi siamo persone serie”, M.B.
Era compieta, non le lodi. Le donne scoppiano a ridere senza motivo. Buon inizio

Martedì



4. “Il nostro termo e il nucleo terrestre sono ISOTERMICI”, A.R.
Vedi punto 1



5. “Ignari turbatori della quete notturna hanno ripetutamente suonato il campanello nel cuore della notte. NON SONO STATI IDENTIFICATI. P.S. Testimoni oculari riferiscono fosse celiaco l’autore del triste scherzo”. A.R.
Riguardo al grande scherzone a Matteo all’1.40 di notte. Lui ha finto indifferenza, ma sotto sotto si è divertito.



6. “Iniziano a emergere le prime psicosi da vita comunitaria. In particolare Maga aggredisce verbalmente i coinquilini […]. Avremo una strage annunciata che terminerà in un lago di sangue e mandarini”. M.B.



7. “Rantolo. Ho un mal di testa fottuto. Bocca ha russato tutta notte e non mi ha fatto dormire." AA
Prima di sera arriva il rimedio: pacchetto di cerotti Breathe Right e tappi per le orecchie.

8. ”Gli altri di San Pelle sono venuti a dire i Vespri. E’ stata una condivisione parziale perchè "condividete la preghiera ma non la mensa (Ema dixit)". La Paola se la prende con lui."AA


Mercoledì

11. "Stasera fonduta di cioccolato. Questa settimana comunitaria è decisamente all’ingrasso. È stata anche bocciata la proposta del pattinaggio sul ghiaccio per smaltire le calorie in eccesso!!!" A.R.

Giovedì

12. “Se l’USL fa un controllo igiene siamo nella merda”, A.R.

0 commenti:

Posta un commento

Lascia la tua verità