martedì 22 gennaio 2008

Fantapolitica

E se:

“Il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano ha presentato le proprie dimissioni irrevocabili pochi minuti fa. Così facendo, Napolitano potrà essere nominato senatore a vita da un Decreto del Ministero di Grazia e Giustizia, presieduto ad interim dal Presidente del Consiglio Romano Prodi. Grazie a questo provvedimento, che avrà decorrenza istantanea dopo la firma del Ministro prevista per la giornata di domani, la maggioranza è accreditata di 161 voti favorevoli al Senato, sufficienti a mantenere la maggioranza formale nel ramo alto del Parlamento.






Grande sconcerto in tutta l’opposizione.




Intanto, secondo voci sempre più insistenti, l’ex Ministro di Grazia e Giustizia, il senatore Clemente Mastella, potrebbe ritornare sui propri passi e rendersi nuovamente disponibile a ricoprire la carica di Ministro.”






"Gli umili soffrono quando i potenti si combattono" - Clemente Mastella, 17/01/2008





Lo so, lo so...l'80% delle cose scritte qua sopra sono tecnicamente irrealizzabili. Probabilmente l'elezione di ogni nuovo senatore a vita deve essere preceduta da un voto favorevole del Parlamento. Il Ministro della Giustizia non c'entrerebbe nulla con queste manovra, al più si poteva tirare in causa la Corte Costituzionale. Però il plot merita. Obiettivamente sono molto più bravo degli sceneggiatori di Un posto al sole.

0 commenti:

Posta un commento

Lascia la tua verità