lunedì 24 marzo 2008

I SUV e la miopia delle normative antitraffico

Nel comune di Reggio Emilia il giovedì è stato imposto il blocco del traffico, che prevede le seguenti disposizioni antitraffico, che immagino siano simili a quelle di numerose altre città italiane. In sostanza le Euro 4 girano, le altre no.

Concretamente, se guidi un SUV BMW X5 Euro 4 puoi girare tranquillamente bruciando un litro di benzina per percorrere 7.3 kilometri. Se guidi una Toyota Yaris Euro 3 che nello stesso percorso brucia nemmeno mezzo litro di benzina, devi lasciare l’auto in garage. Se hai uno scooterone 250 Euro 2 che in 8 km brucia 0,3 litri di benzina, lo stesso.

È ridicolo che chi ha un SUV Euro 4, nei giorni di “blocco” del traffico possa percorrere 100 km in città e chi ha un’utilitaria Euro 3 non possa fare 5 km.

La normativa Euro 4 impone che le vetture emettano meno di 0,08 g di NOx per km, mentre la normativa Euro 3 ha un limite circa due volte più alto. Ma la quantità di NOx emessa nell’aria è proporzionale ai km, quindi sarebbe certamente meglio adottare una sorta di Carbon Tax (o al limite di NOx Tax, se si vuole rimanere aderenti alle normative Euro IV) che imponga che i cittadini possano “consumare” x litri di benzina al giorno a testa o che possano percorrere in auto x km a testa.

Il meccanismo funzionerebbe ancora meglio se prevedesse un premio o un incentivo ai virtuosi. Non è utopia, si potrebbe attuare attraverso un controllo annuo sui consumi. La prova è che alcune assicurazioni già oggi fanno tariffe diverse in base ai km percorsi annualmente.

2 commenti:

davide_tarasconi ha detto...

aggiungo questo gustoso particolare.

se hai un diesel, a parità di KWh, paghi di più l'assicurazione rispetto ad un benzina.

"perchè con il diesel ci fai più chilometri" è stata la candida spigazione dell'assicuratore.

Bugaz ha detto...

Nel 2008 è bello sapere di potere contare su cotanta lungimiranza in materia ambientale.

Continuo ad andare in bici che è meglio, và.

Posta un commento

Lascia la tua verità