martedì 22 aprile 2008

Eritrea-Italia 1-0

Dieci giorni fa sono tornato al monastero di Chiaravalle della colomba a fare scorta di pregiatissime bevande alcoliche che si trovano solo lì.



A servirci c'era il solito frate dell'Eritrea. Tra un assaggio e l'altro di liquori, senza pudori, il fratone fa scivolare la conversazione della politica (si votava il giorno dopo). Si vedeva che il tema lo appassionava.



E vedere un frate eritreo in Italia da 8 anni che ne sa di politica molto più della maggioranza degli italiani mi ha fatto male.



Mi ha fatto sentire parte di un paese intellettualmente terzomondiale, ecco.

0 commenti:

Posta un commento

Lascia la tua verità