lunedì 9 giugno 2008

Teorizzazione faceta ma non troppo del federalismo fiscale totale

Ve l'ho già detto cosa penso del federalismo fiscale totale? Che è l'inizio della fine del concetto di stato (valutate voi se questa vi sembra una cosa positiva o negativa).





Ecco il perchè (che ho scritto prima di leggere questo).





Se davvero passa la legge del più ricco e le regioni inizieranno a gestire i propri bilanci in autonomia, un bel giorno le province più ricche potrebbero iniziare a imputarsi per ottenere a loro volta il federalismo provinciale (immagino uno scenario di questo tipo in Sardegna, per esempio, dove a parte Cagliari non gira un soldo per 9 mesi all'anno).





Fatto pure quel passaggio, i comuni più ricchi potrebbero sentirsi incentivati a lottare per tenersi i soldi per sé invece che investirli anche per tutti i comuni poveri della provincia (e qua già mi immagino tutti i paesi di montagna abbandonati a loro stessi).





A quel punto le province più povere e le zone montane diventeranno invivibili e si spopoleranno. Le persone di queste zone cercheranno fortuna nelle città più ricche (più di quanto già non facciano oggi). Per contro le città più ricche, però, non potranno riuscire ad offrire lavoro a tutti e soprattutto non riusciranno a sostenere una crescita demografica di quel tipo.





L'immigrazione interna tornerà ad essere un problema, molto più pesante di quanto non lo fu negli anni '70. Anche perchè quei pochi che avranno un minimo di talento (formati dalle università italiane con risorse pubbliche nostre) se ne andranno saggiamente all'estero. Il flusso migratorio interno quindi porterà solamente risorse umane non qualificate e di mediocre qualità da una città all'altra.





Anche la sicurezza, chiaramente, sarà affidata alle amministrazioni comunali. Nel giro di pochi anni quindi, vista la situazione, queste nuove Città Stato emaneranno decreti di espulsione locale per chi non sia in possesso di un certificato di nascita autenticato.





Nel frattempo l'UE espellerà l'Italia. Dopo altri 2 mesi sarà direttamente lo stato Italiano a sciogliersi. Il nord conierà la nuova moneta Padanus, mentre a sud tornerà il baratto, con unità monetaria di riferimento il cefalo. Farà eccezione la Campania, dove il riferimento sarà dato da un grammo di fumo.





Disordini sociali scoppieranno in tutta (quella che una volta si chiamava) Italia, nasceranno un sacco di cellule terroristiche che faranno capo all'RMT (Ricchi Morirete Tutti). Nel mentre le città ricche e industriose dovranno investire gran parte del loro fatturato nelle forze dell'ordine e in nuove mura di cinta sui confini comunali, e si vedranno impossibilitate a offrire servizi di primissima qualità alla comunità. La gente rimpiangerà le strade, le scuole e gli ospedali di quando l'Italia era unita (...).





Chi potrà andrà all'estero. Il livello culturale subirà un'altra botta, stavolta senza rimedio. Rimarranno in Italia solamente truffatori e coglioni. Risanare il sistema produttivo sarà impossibile.





Intanto fare il camionista o andare in trasferta diventerà un lavoro ad altissimo rischio. Il 50% di chi uscirà dalle mura verrà saccheggiato o ammazzato.





Le aziende si romperanno le balle di stare in un simile merdaio e se ne andranno in paesi più civili (il grosso delle imprese italiane si trasferirà nella ridente Slovacchia). Nel frattempo Mediaset (che avrà sede in Svizzera) ci continuerà ad aggiornare sui nuovi flirt di Simona Ventura.





Al sud invece, dopo qualche anno difficile, la maggior parte delle città legalizzerà gioco d'azzardo, droga e prostituzione, attirando milioni di turisti tutto l'anno da ogni parte del mondo. Nel giro di pochi mesi si passerà dal cefalo al pompino quale unità monetaria.





I rappresentanti del Nord chiederanno la riunificazione dello stato italiano, ma saranno mandati a cagare dalla Lega Sud, che per evitare futili polemiche devolverà alle povere città stato del nord una quota mostruosa di denaro (in lek albanesi, falsi) paragonabile a quella montagna di soldi che il nord ha dato al sud dal dopoguerra al 2008. "Accussì nun ce state 'cchiù a scassare li coglioni", dirà laconicamente il coordinatore delle città stato del sud.

0 commenti:

Posta un commento

Lascia la tua verità