lunedì 4 agosto 2008

L'atroce destino delle T-shirts

Quasi tutte le mie T-shirts preferite, per un motivo o per l'altro, fanno una brutta fine.

La splendida t-shirts nera dell'Hard Rock cafè di Barcellona un giorno sparì dai miei armadi grazie ad un intervento di mia madre ("era diventata troppo vecchia" fu la motivazione ufficiale). Dopo la sfuriata che subì in quell'occasione non mi butta più via nemmeno un calzino bucato.

La maglietta gialla di Frankie Hi-NRG con sopra i suoi Rayban costruiti con i lego l'ho rovinata io, mettendola in lavatrice con una camicia verde scuro che ha stinto un po' troppo.

Colpa mia anche la strinatura da ferro da stiro che ho rifilato alla maglietta dei Pearl Jam con il logo di Yield. Grande perdita.

La maglietta dei Subsonica vecchia, urenda, sbrindellata del 2002, non si sa che fine abbia fatto. Così come si sono perse le tracce di della maglietta verde con la scritta EZLN e della maglietta di Superman.

Infine, un grosso interrogativo venuto a galla in questi ultimi giorni, in seguito alle disavventure di Matteo Cambi è: dove cazzo è finita la mia maglietta con la scritta VaffanGURU e il margheritone?


0 commenti:

Posta un commento

Lascia la tua verità