venerdì 30 dicembre 2011

Tesi 7 - No time for young men

"Se l'umano non si definisce più in termini di libertà ma in termini di geni, svanisce la definizione dell'uomo e anche dell'umanesimo"
Jean Braudillard, L'illusione della fine
La legge di Dio, a seconda del periodo storico, è sempre stata interpretata in maniera piuttosto elastica dagli uomini.
Se rubare un tempo costava una mano, nella Londra sovraffollata e affamata del 1600 condannava a morte certa, mentre lo stesso furto nell'America dei padri fondatori, dove c'era bisogno di braccia forti per costruire un paese, al più significava una notte in gattabuia.

Il medio oriente sta tracciando una strada con le sue stragi di piazza. La gente protesta perchè ha fame? Togliamo di torno qualche bocca da sfamare con un processo per direttissima, addirittura in diretta TV.

Ma i governi locali non sono abbastanza organizzati per distribuire morte industrialmente. E allora ecco l'intervento di chi il mestiere della guerra lo conosce davvero. I 50.000 morti in Libia sono stati solo un assaggio di quello che può essere.

Ma la morte prenderà altre strade, meno cruente e meno problematiche, mantenendo però i suoi effetti: un calo decisivo della popolazione per tentare di mantenere lo status quo.

Il vero piano si attuerà a partire dall'anno prossimo, e l'Egitto sarà il laboratorio designato, anche se probabilmente i risultati si vedranno solo nel corso di qualche anno.
Impossibile immaginare un palcoscenico migliore: una città di 20 milioni di abitanti, con il sempre più asciutto Nilo come unica fonte di approvvigionamento idrico, +55 milioni in 50 anni, una popolazione fatta all'80% di gente che ha meno di 45 anni, quindi in età "per figliare" (in un paese dove l'aborto è ancora un miraggio) e con una gran voglia di scappare nella vicina Europa.
Una bomba troppo pericolosa da lasciare scoppiare. Il teatro perfetto per il progetto "No hope for egg cell".
Il piano è semplice, distribuire negli acquedotti una sostanza che renda sterili gli uomini (non tutti, ma una nutrita selezione genetica, per non dare troppo nell'occhio). Inodore, incolore e soprattutto non rintracciabile attraverso le analisi microbiologiche attualmente conosciute.
Un killer silenzioso di milioni di futuri bambini che non vedranno mai neppure l'utero della loro madre. Il delitto perfetto.

Poi dopo la positiva sperimentazione su larga scala in Egitto, si passerà in quei paesi dove scopano troppo e dove sono ancora troppo ignoranti per accorgersi di qualcosa: il resto dell'Africa, India, Bangladesh, Indonesia, Sud America.

L'obiettivo è di uniformare i tassi di natalità a quelli europeri, statunitensi e cinesi (tra 1 e 1,5 nuovi nati ogni 100 abitanti), sperando che nessuno se ne abbia a male anche se si dovesse scoprire il trucco.

Certo, intervenire tagliando i farmaci occidentali in Africa sarebbe molto più semplice. Ma le perdite per le multinazionali farmaceutiche sarebbero inaccettabili, e le tensioni con gli stati affamati di medicinali insostenibili.

Anche qualche bomba qua e là sarebbe una soluzione con più probabilità di successo, ma il rischio di scivolare verso la quarta guerra mondiale per una mossa sbagliata è troppo alto.
Stesso discorso per il supervirus già pronto in grado di sterminare mezzo mondo, troppo rischioso.


0 commenti:

Posta un commento

Lascia la tua verità