sabato 31 dicembre 2011

Tesi 8 - No time for old men

Era un vecchio che pescava da solo su una barca a vela nella Corrente del Golfo ed erano ottantaquattro giorni ormai che non prendeva un pesce. Nei primi quaranta giorni passati senza che prendesse neanche un pesce, i genitori del ragazzo gli avevano detto che il vecchio ormai era decisamente e definitivamente salao, che è la peggior forma di sfortuna, e il ragazzo li aveva ubbiditi andando in un'altra barca che prese tre bei pesci nella prima settimana. Era triste per il ragazzo veder arrivare ogni giorno il vecchio con la barca vuota e scendeva sempre ad aiutarlo a trasportare o le lenze addugliate o la gaffa e la fiocina e la vela serrata all'albero. La vela era rattoppata con sacchi da farina e quand'era serrata pareva la bandiera di una sconfitta perenne.
Ernest Hemingway, Il vecchio e il mare
Con buona pace di badanti, infermieri, fisioterapisti, medici e farmacisti la soluzione finale è sotto gli occhi del mondo occidentale: morte coatta a 80 anni per tutti.
Il Club of Rome, associazione di cervelloni che dal 1968 studia ufficialmente i limiti della crescita e segretamente la via per una sostenibilità della civiltà umana, ha perfezionato il piano nell'ultimo decennio.
Il prossimo anno saranno sospese le cure per gli ultra centenari nei paesi OCSE, e sarà l'inizio.
Entro il 2015, la "soluzione Welby" sarà estesa a chi ha più di 95 anni e saranno sospese totalente le operazioni chirurgiche sugli ultranovantenni.
E così via progressivamente fino al 2025, anno in cui il piano andrà a regime.

Gli sforzi delle case farmaceutiche anzichè volti ad allungare la vita agli anziani, saranno concentrati sul far vivere una vita sempre migliore agli under-80.
Dopo qualche anno di spaesamento, la gente capirà. E avendo la morte pianificata per tempo, gli arzilli vecchietti sempre più in forma, consumeranno gran parte dei loro soldi prima dell'estremo saluto, dando un contributo decisivo all'economia e lasciando eredità sempre più risicate ai loro posteri.
Grazie all'importanza sempre inferiore del contributo ereditario nella vita economica di ogni persona, finalmente ci sarà più spazio per la meritocrazia e sempre meno per le attuali plutocrazie.




0 commenti:

Posta un commento

Lascia la tua verità